Oggi, sono disponibili illimitati approcci strategici per ottenere visibilità sul web proprio perché gli strumenti e le opportunità che abbiamo a disposizione per il marketing sono tante.
Si possono definire due macro sezioni:
1) i motori di ricerca
2) i social network

Con la sezione “motori di ricerca” si fa riferimento, alla cosiddetta domanda consapevole, in questo caso l’utente ha in target il suo bisogno, e conosce parole per identificarlo nei canali di ricerca: questi utenti, vengono definiti “caldi” perché conoscono la loro necessità e sanno come ricercarla.
In questo specifico caso, la strada giusta è avere un buon posizionamento organico del sito ( SEO) e abbinare delle campagne  Google ADS sulla rete di ricerca ( SEA)
L’utente si trova in una parte più bassa del funnel, e quindi più propensa all’acquisto.

Con la sezione “Social Network” si fa riferimento alla cosiddetta domanda latente, ovvero una situazione in cui il bisogno deve essere stimolato alla ricerca, perché sconosciuto all’utente che viene anche definito “ freddo” .
Gli utenti freddi si trovano in una parte alta del funnel, e le operazioni di marketing necessitano di un arco di tempo maggiore per ottenere gli effetti desiderati.
Con le campagne Facebook Ads è possibile tramite differenti tipi di targeting raggiungere potenziali clienti.

È sempre consigliabile lavorare congiuntamente su entrambe le piattaforme, affinché anche l’utente “tiepido” ( l’utente che è stato stimolato nella prima parte ma che ancora non ha chiuso il processo di vendita) che ormai sa come poter cercare possa intercettarci nel momento in cui ha reale bisogno di ciò che proponiamo: nel caso non ci fossimo il rischio è che l’utente si rivolga ad un’altra attività ( competitor)  presente sia con posizionamento organico sia con annunci google, in quel momento.

Funnel domanda consapevole e domanda latente

Funnel domanda consapevole e domanda latente