la-psicologia-dei-colori-nel -marketing

La psicologia dei colori nel marketing

La psicologia dei colori nel marketing assume un ruolo fondamentale, perchè il nostro cervello è programmato per rispondere al colore. E’ dimostrato, infatti, che ad ogni colore il nostro cervello ha una diversa reazione: come l’occhio percepisce un colore trasferisce un segnale, a cui corrisponde un’immediata reazione. Basti pensare, ad esempio, ai colori del semaforo: rosso ci impone di fermarci e verde di poter andare. Il colore, nella vita di tutti i giorni, trasmette emozioni influenzando il nostro stato d’animo e la giornata.

Lo studio del colore è fondamentale tanto nel marketing online quanto nel marketing offline: nella progettazione di un brand è necessario conoscere il settore merceologico e la nicchia a cui si rivolge, per poter studiare la miglior combinazione di colori che possa attirare l’attenzione del potenziale cliente.

Analizziamo di seguito, i principali colori

  • Bianco: esprime purezza e pulizia. Nel web può essere associato al settore domestico, religioso, nuziale e medicale;
  • Blu: rappresenta la calma totale, il richiamo in natura è il mare calmo. Psicologicamente, nel cervello emana un effetto pacifico, di soddisfazione, sul piano fisiologico esprime tranquillità, serenità, sicurezza. Nel web questo è il colore giusto per i settori di assicurazione, banca, studio medico ( come dentisti, psicologici, cosch mentali) e immobiliare.
  • Verde: esprime la fermezza, costanza. Psicologicamente, indica la volontà nell’azione, la tenacia; fisiologicamente rappresenta rassicurazione. E’ un colore positivo (come il blu) e nel web è utilizzato nel settore finanziario, assicurativo o legale, nel settore bio o vegano, prodotti  biologici e a carattere umanitario.
  • Rosso: invoca energia, forza  vitale e desiderio in ogni forma. Quando l’occhio percepisce il rosso, tende a spendere di più e senza raziocinio (ecco perchè a Natale diventa rosso), ma indica anche il colore del pericolo e dell’allarme (rosso è il colore del sangue, dell’emergenza, del debito).  Nel web è un colore da utilizzare con parsimonia perchè stanca l’occhio; è, comunque, utilizzato nel settore della ristorazione soprattutto fast-food e nella tonalità più scura può essere utilizzato nel campo della cosmesi.
  • Giallo: esprime leggerezza, spensieratezza, buonumore. Esprime rilassamento, ovvero liberazione da tutti i problemi. Può essere associato al settore dell’infanzia e al settore della cultura, mentre il giallo opaco ( simbolo di slealtà, tradimento) può essere  adatto al settore investigativo.
  • Arancione: è la combinazione tra il rosso e il giallo ed evoca creatività, socialità e fiducia. Si può associare al settore articoli per giovani, bevande, settore politico, settore bancario. Nel web, è il colore del risparmio e viene spesso utilizzato per call to action, bottoni di conversione e link alle pagine prezzi.
  • Nero: Ispira eleganza e raffinatezza. Può essere associato a settori riservati ad una particolare nicchia, in cui vi è l’idea del lusso, basti pensare ad esempio ad Armani o Lamborghini.

Uno studio ha dimostratto che nella progettazioone di un brand, la combinazione dei colori assume un ruolo di estrema importanza: infatti per circa il 93% dei consumatori il colore è l’elemento principale che veicola il proprio acquisto, per il 5,6% è il senso del tatto la sensazione più importante, mentre solo lo 0,9% sono attirati da olfatto e udito. Lo studio conferma anche che le intenzioni di acquisto sono condizionate dai colori, dovute all’impatto che hanno sulla percezione di una marca: quindi i colori influenzano il comportamento degli acquirenti.

Un’altra ricerca ( effettuata da “Color Research&Application) sostiene di estrema importanza per i nuovi marchi lo studio e la targetizzatione del logo x assicurarsi la giusta differenziazione dai competitor. Lo studio eseguito da Color Assignments dimostra quali siano le preferenze tra uomini e donne:

           

Sicuramente è il blu il colore predominante (sia tra uomini sia tra donne): tra gli uomini c’è più percezione a scegliere tra i colori scuri, mentre le donne sono più sensibili ai colori tenui.

Tutte queste informazioni sono fondamentali per la scelta dei colori del brand e sarà un grande vantaggio, perchè si costruirà un brand in funzione del target che si vuole colpire.



Contatore accessi gratuito